Il vero spirito e l’autentica gastronomia della Spagna meridionale. Ecco cosa ci offre Cervecería La Sureña. Il piacere di stare insieme e la condivisione delle nostre prelibatezze con gli amici fanno parte dell’esperienza gastronomica della Cervecería La Sureña, che si traduce in piatti da mettere al centro e negli ormai famosi secchielli con le birre.

Sembra solo un secchiello di birre, ma è uno stile di vita.

Il Sud ti chiama. Il vero spirito e l’autentica gastronomia della Spagna meridionale. Ecco cosa ci offre Cervecería La Sureña.

Montar franquicias de La Sureña

Il sole, la brezza del mare, la sabbia che ti solletica i piedi, un secchiello di birre belle fresche e meravigliosi piatti da mettere al centro e condividere con gli amici. Cosi ci si stacca dal trantran quotidiano nel Sud. È così che si vive nel Sud della Spagna. Ed è quello che possiamo trovare anche in qualsiasi parte della Spagna grazie alla Cervecería La Sureña, visto che ogni locale è un assaggio del Sud.

L’autentico Sud. Si può definire così il concetto di Cervecería La Sureña e il segreto del suo successo. La miglior gastronomia del Sud proposta in piatti da mettere al centro e condividere, accompagnati da secchielli di birra. Una forma di consumo completamente nuova che nel 2010 ha rivoluzionato il settore quando Cervecería La Sureña è entrata in scena. E tutto questo in un ambiente tranquillo e rilassante, ma al tempo stesso divertente e vivace che porta il cliente a sperimentare il vero spirito del Sud.

Parte di quello spirito del Sud è la condivisione con il resto del gruppo.

«Vivere senza condividere è vivere solo a metà» è uno degli slogan di Cervecería La Sureña.

Per questo, i piatti e i secchielli di birra sono pensati proprio per essere condivisi con il gruppo.

APRI IL TUO FRANCHISING CON NOI


Attualmente siamo presente in 9 paesi: Spagna, Portogallo, Italia, Belgio, Stati Uniti, Messico, Guatemala, Cile e Colombia, con il nostro marchio ‘100 Montaditos‘. Abbiamo altri due concetti sul mercato spagnolo: ‘Cervecería La Sureña’ e ‘The Good Burger’